Elita Cannata

elita

Born in 1985, Elita graduated from Codarts-Rotterdam Dance Academy in 2007, where she started her professional training and danced works by Megumi Nakamura and José Navas. In those years she worked for Anoukvandijk dc Amsterdam and Cathy Sharp Dance Ensemble in Switzerland. In 2011 she graduated in Theories of Performing Arts in Bologna after completing a period of study in Paris, during which she went theoretically and practically deep to the fascinating interactions between dance and new technologies. In 2010 La Biennale di Venezia selected her as a “young critics” for the project Choreographic Collision. Since 2011 she collaborated with Compagnia TPO in Prato and for Turkish choreographer Tan Temel. At the same time, along with a group of friends and in collaboration with oMA in Florence, she created NOW jam session, a project of artistic improvisation. She is currently co-founder and performer of the young collective David&theDreamers, characterized by a multidisciplinary approach of the performance. Next to dance she worked in the field of organisation for Festival or creative projects (Fabbrica Europa Festival, Festival dei Popoli Festival, unit9).“The different experiences of dance, and life, in recent years lead me in search of a more intimate and profound knowledge of the body, that is to say, a search for myself. I see this almost as a cryptic investigation, but moved by an instinctive approach and dynamic, stripped of syllogism and mental greatest systems. I feel that is the path that makes the difference, not the finish line, and it is on this that lately I try to steer my desires and my aspirations. I feel that I prefer chaos to silence, joy to immobility, sharing to selfishness. And this is what I look for when I move, while I live.”

Nata nel 1985, nel 2007 Elita si diploma presso Codarts-Rotterdam Dance Academy, dove approfondisce la sua formazione e danza per Megumi Nakamura e José Navas. In quegli anni lavora per Anoukvandijk dc ad Amsterdam e Cathy Sharp Dance Ensemble in Svizzera. Dopo aver svolto anche un periodo di studi a Parigi, durante il quale approfondisce teoricamente e praticamente l’affascinante interazione tra danza e nuove tecnologie, nel 2011 si laurea al corso Magistrale in Discipline dello Spettacolo dal Vivo di Bologna. Nel 2010 è selezionata come “giovane critica” per il progetto Choreographic Collision da La Biennale di Venezia. Dal 2011 collabora con la compagnia Tpo di Prato e nel 2012 danza per Tan Temel. Parallelamente, in collaborazione con oMA di Firenze e insieme a un gruppo di amici performers, dà vita a NOW jam session, progetto di improvvisazioni artistiche. E’ co-fondatrice e performer del giovane collettivo artistico David and the Dreamers, caratterizzato da un approccio multidisciplinare della performance. Parallelamente all’attività artistica, ha lavorato nel campo dell’organizzazione culturale per Festival o progetti creativi (Fabbrica Europa Festival, Festival dei Popoli, Unit9 ).“Le diverse esperienze di danza, e di vita, di questi ultimi anni mi spingono alla ricerca di una conoscenza più intima e profonda del corpo, il che equivale a dire una ricerca di me stessa. La vedo quasi inafferrabile quest’indagine, ma dettata da un approccio istintivo e dinamico, spogliato di sillogismi e massimi sistemi. Sento che è il percorso che fa la differenza e non il traguardo, ed è su questo che ultimamente cerco di orientare i miei deisderi e le mie aspirazioni. Sento che preferisco il caos al silenzio, la gioia all’immobilismo, la condivisione all’egoismo. Ed è questo che ricerco mentre mi muovo, mentre vivo.”

Advertisements